Malanni di stagione? Ecco una cura speciale

Qualunque sia il vostro disturbo, la nostra ricetta è semplice: un romanzo (o due), da prendere a intervalli regolari.

3660-3

Come la maggior parte delle persone che amano leggere già sanno, in un libro si può trovare di tutto: la risposta ad una domanda inconsapevole, lo stimolo giusto per affrontare un problema, l’evasione temporanea da una realtà che non ci piace, la compagnia di un eroe o una eroina che ci assomigliano o proprio per niente, e così via.

In ordine alfabetico troveremo alcolismo e alopecia ma anche amarezza e arrossire, crepacuore e costipazione, malanni di ogni sorta e uno o più suggerimenti letterari.

Una ricchissima carrellata di libri e di autori, di storie e romanzi, una occasione per scoprirne di nuovi e riscoprirne altri, dimenticati o sottovalutati.

Da leggere tutto d’ un fiato o da consultare, al bisogno. Anche per vedere a quale malessere è stato associato il nostro romanzo preferito , oppure scoprire che mentre leggevamo tal romanzo in noi stessi andava a sanarsi chissà quale ferita.

Tutto con assoluta serietà e ironia.

Curarsi con i libri.  Rimedi letterari per ogni malanno. Ella Berthoud e Susan Elderkin. Sellerio editore.

E. prestissimo, la nostra (e vostra) lista di rimedi letterari per i malanni dei più piccoli. Ne abbiamo già in mente di quelli..

Annunci

Non è mai troppo tardi per

ricordare, ricordare, ricordare.
Quando l’ultimo sopravvissuto non ci sarà più, quando anche l’ultima fotografia si sarà sbiadita completamente, toccherà ai libri ricordare a tutti che è tutto vero, che è accaduto veramente, e chi nega è in malafede o male informato. Libri che hanno subito la stessa sorte dei perseguitati, gli uni bruciati in piazza sotto gli occhi di tutti,gli altri lontano dallo sguardo di tutti.

In memoria di mio zio Alberto, il più bel ragazzo della sua compagnia, innamorato e spensierato, ritornato, non ritornato, da Mauthausen: tutto quello che era è rimasto lì nel filo spinato.

9788879268936

Se devo consigliare un libro ai ragazzi direi, fra i tanti, Lo spacciatore di fumetti, di PierDomenico Baccalario, Einaudi Edizioni
Un regime, non bene definito, proibisce la lettura dei fumetti: troppi super eroi e il bene sconfigge sempre il male. Ma dove c’è proibizione spesso nasce l’audacia e un gruppetto di ragazzi ne organizza un mercato segreto. Per avventura, quasi per gioco, senza accorgersi che le loro vite stanno cambiando, semplicemente crescendo, traghettati verso l’età adulta, come è successo a tutti quanti noi,senza accorgercene. Bellissimo.

Let’s move to library

Continuano le lezioni di inglese in libreria con Enrica Monopoli. Si tratta ormai di un appuntamento fisso quello con Enrica che, con la sua ricetta infallibile, propone un’ora di lezione-laboratorio dedicata a bambini e ragazzi in età scolare. Un ben dosato mix di divertimento e fermezza, simpatia e competenza sono gli ingredienti giusti per “sdoganare” questa indispensabile lingua del presente e del futuro.
Le lezioni si svolgono il martedì nello spazio attiguo alla libreria ecco gli orari degli appuntamenti:

  • per le medie dalle 15.30 alle 16.30 – compiti, conversazione e tutto quel che serve
  • per le elementari dalle 17.30 alle 18.30 – conversazioni, letture e laboratori

Il costo delle lezioni e di 10 euro e per partecipare occorre essere soci dell’Associazione il Giardino segreto.
Per info e prenotazioni: 010 3477897 oppure libreriagiardinosegreto@yahoo.it

E voi i compiti li avete fatti?

Immagine

Terminata la prima settimana di scuola dopo le lunghe vacanze di Natale si può affrontare anche l’annoso argomento dei “compiti”. Li avete fatti tutti, ma proprio tutti tutti?

Non ci crediamo… e comunque ci piacerebbe sapere quali scuse avete trovato per giustificarvi con gli insegnanti e lo chiediamo anche ai genitori che qualche giustificazione sul diario l’hanno dovuta scrivere (e non vale “non ha potuto fare i compiti perché ha lasciato il libro a casa e noi eravamo dalla zia Gigia“).

Nel caso foste a corto di idee, per la prossima volta, portatevi avanti e leggete Non ho fatto i compiti perché… (Davide Calì e illustrazioni di Benjamin Chaud – ed. Rizzoli).

Le scuse sono le più surreali, dagli ufo alle lucertole giganti. A pensarci bene, sono cose che capitano!

Lettura consigliata dai 6 anni, correte in libreria. Ah, vogliamo sapere quali scuse avete trovato voi… lasciate un biglietto anonimo noi non faremo nomi.

Il violino, che passione

particolare violino 3

Riprendono le lezioni di violino di Karina Stieren in libreria!

Le buoni abitudini si mantengono anche nell’anno nuovo e Karina, insegnante di metodo Suzuki, per il 2014 ripropone le lezioni di violino al Giardino Segreto dando a tutti i bambini che hanno voglia di provare, la possibilità di cimentarsi con questo affascinante strumento.

Il modulo che si è  concluso a dicembre è stato un successo, soprattutto per partecipazione e impegno da parte dei bambini (ma anche dei genitori, come da indicazioni del “metodo”) che hanno lavorato divertendosi insieme a Karina. Il bambino impara per imitazione e, come per la lingua madre, la musica può essere appresa  “ascoltando e ripetendo continuamente un frammento musicale, un ritmo, una melodia che gli stessi genitori, “addestrati” dall’insegnante, gli proporranno nel corso della giornata affinché gli risultino familiari“.

Le date programmate per le prove sono lunedì 13 e lunedì 20 gennaio dalle 16.45 in libreria a Bogliasco (via Mazzini 67)

Per informazioni e iscrizioni alle giornate di prova: 010 3477897 e340 796 62 12. Oppure inviando una mail di adesione all’indirizzo di posta della libreria: libreriagiardinosegreto@yahoo.it

Ci vediamo in libreria…

Che bello il Cepell

Non lo avevamo ancora detto? E se lo abbiamo detto ve lo diciamo ancora e ancora. Guardate un po’ il sito del Centro per il libro e la lettura, siamo “in vetrina” tra le Libreria d’Italia segnalate dal Cepell, l’istituto autonomo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo che ha il compito di divulgare il libro, sostenere la lettura in Italia e di promuovere all’estero il libro, la cultura e gli autori nazionali. Un bell’inizio e un appoggio importante per raggiungere tutti i nostri obiettivi!

Quest’anno vi faremo… ballare

danza afro in gazebo

Vi piacerebbe partire per un viaggio insieme a noi? Provate ad annusare l’aria: l’odore acre della terra prosciugata dal sole.  Nuvole rosse e gonfie si rincorrono veloci nel cielo terso. Canti e suoni di tamburi lontani. Il sole all’orizzonte è enorme e ci dona lo spettacolo di un tramonto infuocato, mentre le gazzelle attraversano la savana e si dirigono in quel punto laggiù di erba alta e secca. Sì, partiamo per l’Africa ma lo facciamo a modo nostro: ballando con Francesca Spezzani del Mojud centro studi danza.

Cinque lezioni di danza africana per esplorare la nostra energia (già, quella che abbiamo dentro, magari si è un po’ nascosta dopo le feste e il rientro alla quotidianità), partendo da una consuetudine: l’appoggio del piede al suolo. Solo così l’energia sprigionata dalla terra attraversa il nostro corpo e si riunisce al cielo in un continua danza circolare.

Dalla tradizione africana mandinga, dalla cultura yoruba e afro-cubana, attraverso un lavoro approfondito di coscienza e preparazione corporea, il codice gestuale del ballo rievoca le origini delle danze africane e sviluppa l’indipendenza delle varie  parti di noi  grazie a ripetizioni, ondulazioni e vibrazioni che danno vita a una danza simbolica e potente che riunisce il singolo al suo sé, al gruppo e  alla terra.

Lo stage di Francesca Spezzani è un’esperienza suggestiva e di scoperta. Cinque appuntamenti (a scelta le giornate di lezione sono il venerdì o la domenica) pensati per far ballare due gruppi distinti, massimo 20 ballerini, nello spazio del gazebo dell’Asilo Girotondo a Bogliasco. Queste le date:

venerdì dalle 13.30 alle 15

  • 17 gennaio
  • 31 gennaio
  • 14 febbraio
  • 28 febbraio
  • 14 marzo
  • 28 marzo

domenica dalle 10.30 alle 12

  • 26 gennaio
  • 16 febbraio
  • 2 marzo
  • 16 marzo
  • 6 aprile

Gli stage hanno un costo di 60 euro (50 per gli associati) ed è inclusa una lezione di recupero. Per partecipare potete mandare una email a libreriagiardinosegreto@yahoo.it oppure barbara.parri@yahoo.it
Vi aspettiamo!

10 anni per Nina

foto_nina

Il ciuccio di Nina ha compiuto 10 anni. E noi che abbiamo usato questo adorabile libro per far credere ai nostri cuccioli che è del tutto “naturale” desidare di abbandanare il loro amato ciuccio al primo lupo che spunta fuori dal bosco, non possiamo che ringraziare Christine Naumann-Villemin e l’illustratrice Marianne Barcilon (edizioni il Castoro, consigliato dai 2 anni).

La piccola Nina è cofì difertente sempre con il suo bel ciuccio in bocca che alla fine quasi dispiace che se ne liberi regalandolo al tremendo lupo caffivo e puzzone.

Abbiamo notizie certe di una bambina (una  a caso ) che alla fine della storia ha deciso di regalare il suo ciuccio al gatto, mentre un altro ha pensato di lasciarlo sotto al cuscino per il topino, uno poi lo ha regalato alla bis nonnina perché lei era senza denti mentre a lui ne aveva già sei.

E voi ricordate a chi hanno regalato il loro adorato ciuccio i vostri bambini?