Adolescenti e dintorni: una recensione (e tre domande).

Quando finisco di leggere un libro mi domando per quale età è adatto.

estate-gigante_1

La  prima informazione  utile  quando si consiglia un libro: quanti anni ha il lettore a cui è destinato il libro? Perché  consigliare libri è il mio lavoro. Alle volte è facile e altre volte no. Ce ne sono alcuni che iniziano a farti ronzare in testa un sacco di domande, e questo è il caso. La trama, brevemente:

Un gruppetto di bambini sparpagliati sulla spiaggia come sassi portati dal mare. E’ il solito gruppo che estate dopo estate si ritrova nello stesso stabilimento. Tra la noia di aspettarsi , perché il gruppo si sposta compatto, e gesti arditi come andare alle giostre prendendo anche l’autobus,  senza avvisare, vivranno l’estate della svolta, della crescita. La prossima  sarà tutto diverso.

La voce narrante è il capo, c’è sempre un capo in un gruppo, una ragazzina. Un ruolo e un rispetto  che si è conquistata grazie alla sua precoce (?) saggezza, al senso di responsabilità e giustizia.

Ma sono i suoi pensieri, il suo sguardo sui grandi e su quello che le  accade intorno che mi hanno fatto riflettere.

Quando i nostri figli crescono iniziamo a non sapere più cosa pensano. Ci raccontano, parlano, parlano bla bla (nei migliori dei casi), ma sempre meno di quello che pensano.  Ci sentiamo un po’ sperse, derubate di una buona fetta del loro essere, del loro modo di essere, di sentire. E allora arrivano, alle volte, dei libri, come questo che ti fanno ricordare come eri tu da ragazzina e sperare che un po’ del tuo  faccia parte anche di loro.

E dunque per quale  età è consigliabile questo bellissimo libro?

Soltanto Einaudi e pochi altri editori, nelle edizioni ragazzi, riportano sul retro di copertina l’età consigliata (che comunque è sempre indicativa), ma vi sembra che possa bastare per capire a chi consigliare cosa?

E senza dilungarmi oltre ho un’altra domanda:

Ma tutti i ragazzini che leggono a ritmi forsennati fantasy su fantasy, di semidei  di maghi e troll, che iniziano (forse) a guardare in cagnesco i propri genitori perché niente superpoteri e neanche parentele d’alto rango, condannandoli alla mediocrità (credono loro).

Ma questi ragazzini lo sanno che un genitore che affronta la vita ogni giorno , in questo mondo che ci siamo costruiti, è paragonabile ad un personaggio mitologico?

E poi l’ultima:

Se Beatrice Masini non esistesse, la si potrebbe ricreare in laboratorio?

Nota

Beatrice Masini è autrice di molti libri per ragazzi e bambini, di collane e serie, tutte bellissime e di grande qualità, ma è anche la traduttrice di Harry Potter.

Pettirossi, fringuelli e cinciallegre in libreria

Vi abbiamo mai parlato delle nostre passioni? Venite a scoprirle.

vetrina giardinaggioDal loro magico incontro nasce infatti l’ idea del laboratorio di Lettura, Manualità e Natura per bambini e ragazzi che vi raccontiamo qui.

Con il vostro aiuto costruiremo una mangiatoia per uccellini per le nostre finestre, balconi o giardini. Proprio come questa!

mangiatoiaUn modo semplice e divertente per accudire questi animali nel freddo periodo invernale. Cosi’ verranno spesso a trovarci, potremo conoscerli da vicino e portare un po’ di Natura nella nostra vita di tutti i giorni.

Vi aspettiamo tutti, in libreria, sabato 8 febbraio alle 11.

Dimenticavo, non potrà mancare una lettura a tema!

Il costo dell’ attività è di 5 euro.