Archivi categoria: leggere per risolvere i problemi

Genitori Lettori in libreria

Venerdi 16, alle 17 e 30, torna a grande richiesta l’ appuntamento con Genitori Lettori. Un lettore d’ eccezione ci racconta un libro che affronta l’argomento della Paura, con bellissime illustrazioni e un testo adatto a tutti i bambini.
Non occorre prenotarsi, l’ingresso è come sempre gratuito.

il cane nero immagine

Annunci

Adolescenti e dintorni: una recensione (e tre domande).

Quando finisco di leggere un libro mi domando per quale età è adatto.

estate-gigante_1

La  prima informazione  utile  quando si consiglia un libro: quanti anni ha il lettore a cui è destinato il libro? Perché  consigliare libri è il mio lavoro. Alle volte è facile e altre volte no. Ce ne sono alcuni che iniziano a farti ronzare in testa un sacco di domande, e questo è il caso. La trama, brevemente:

Un gruppetto di bambini sparpagliati sulla spiaggia come sassi portati dal mare. E’ il solito gruppo che estate dopo estate si ritrova nello stesso stabilimento. Tra la noia di aspettarsi , perché il gruppo si sposta compatto, e gesti arditi come andare alle giostre prendendo anche l’autobus,  senza avvisare, vivranno l’estate della svolta, della crescita. La prossima  sarà tutto diverso.

La voce narrante è il capo, c’è sempre un capo in un gruppo, una ragazzina. Un ruolo e un rispetto  che si è conquistata grazie alla sua precoce (?) saggezza, al senso di responsabilità e giustizia.

Ma sono i suoi pensieri, il suo sguardo sui grandi e su quello che le  accade intorno che mi hanno fatto riflettere.

Quando i nostri figli crescono iniziamo a non sapere più cosa pensano. Ci raccontano, parlano, parlano bla bla (nei migliori dei casi), ma sempre meno di quello che pensano.  Ci sentiamo un po’ sperse, derubate di una buona fetta del loro essere, del loro modo di essere, di sentire. E allora arrivano, alle volte, dei libri, come questo che ti fanno ricordare come eri tu da ragazzina e sperare che un po’ del tuo  faccia parte anche di loro.

E dunque per quale  età è consigliabile questo bellissimo libro?

Soltanto Einaudi e pochi altri editori, nelle edizioni ragazzi, riportano sul retro di copertina l’età consigliata (che comunque è sempre indicativa), ma vi sembra che possa bastare per capire a chi consigliare cosa?

E senza dilungarmi oltre ho un’altra domanda:

Ma tutti i ragazzini che leggono a ritmi forsennati fantasy su fantasy, di semidei  di maghi e troll, che iniziano (forse) a guardare in cagnesco i propri genitori perché niente superpoteri e neanche parentele d’alto rango, condannandoli alla mediocrità (credono loro).

Ma questi ragazzini lo sanno che un genitore che affronta la vita ogni giorno , in questo mondo che ci siamo costruiti, è paragonabile ad un personaggio mitologico?

E poi l’ultima:

Se Beatrice Masini non esistesse, la si potrebbe ricreare in laboratorio?

Nota

Beatrice Masini è autrice di molti libri per ragazzi e bambini, di collane e serie, tutte bellissime e di grande qualità, ma è anche la traduttrice di Harry Potter.

Malanni di stagione? Ecco una cura speciale

Qualunque sia il vostro disturbo, la nostra ricetta è semplice: un romanzo (o due), da prendere a intervalli regolari.

3660-3

Come la maggior parte delle persone che amano leggere già sanno, in un libro si può trovare di tutto: la risposta ad una domanda inconsapevole, lo stimolo giusto per affrontare un problema, l’evasione temporanea da una realtà che non ci piace, la compagnia di un eroe o una eroina che ci assomigliano o proprio per niente, e così via.

In ordine alfabetico troveremo alcolismo e alopecia ma anche amarezza e arrossire, crepacuore e costipazione, malanni di ogni sorta e uno o più suggerimenti letterari.

Una ricchissima carrellata di libri e di autori, di storie e romanzi, una occasione per scoprirne di nuovi e riscoprirne altri, dimenticati o sottovalutati.

Da leggere tutto d’ un fiato o da consultare, al bisogno. Anche per vedere a quale malessere è stato associato il nostro romanzo preferito , oppure scoprire che mentre leggevamo tal romanzo in noi stessi andava a sanarsi chissà quale ferita.

Tutto con assoluta serietà e ironia.

Curarsi con i libri.  Rimedi letterari per ogni malanno. Ella Berthoud e Susan Elderkin. Sellerio editore.

E. prestissimo, la nostra (e vostra) lista di rimedi letterari per i malanni dei più piccoli. Ne abbiamo già in mente di quelli..

E voi i compiti li avete fatti?

Immagine

Terminata la prima settimana di scuola dopo le lunghe vacanze di Natale si può affrontare anche l’annoso argomento dei “compiti”. Li avete fatti tutti, ma proprio tutti tutti?

Non ci crediamo… e comunque ci piacerebbe sapere quali scuse avete trovato per giustificarvi con gli insegnanti e lo chiediamo anche ai genitori che qualche giustificazione sul diario l’hanno dovuta scrivere (e non vale “non ha potuto fare i compiti perché ha lasciato il libro a casa e noi eravamo dalla zia Gigia“).

Nel caso foste a corto di idee, per la prossima volta, portatevi avanti e leggete Non ho fatto i compiti perché… (Davide Calì e illustrazioni di Benjamin Chaud – ed. Rizzoli).

Le scuse sono le più surreali, dagli ufo alle lucertole giganti. A pensarci bene, sono cose che capitano!

Lettura consigliata dai 6 anni, correte in libreria. Ah, vogliamo sapere quali scuse avete trovato voi… lasciate un biglietto anonimo noi non faremo nomi.

10 anni per Nina

foto_nina

Il ciuccio di Nina ha compiuto 10 anni. E noi che abbiamo usato questo adorabile libro per far credere ai nostri cuccioli che è del tutto “naturale” desidare di abbandanare il loro amato ciuccio al primo lupo che spunta fuori dal bosco, non possiamo che ringraziare Christine Naumann-Villemin e l’illustratrice Marianne Barcilon (edizioni il Castoro, consigliato dai 2 anni).

La piccola Nina è cofì difertente sempre con il suo bel ciuccio in bocca che alla fine quasi dispiace che se ne liberi regalandolo al tremendo lupo caffivo e puzzone.

Abbiamo notizie certe di una bambina (una  a caso ) che alla fine della storia ha deciso di regalare il suo ciuccio al gatto, mentre un altro ha pensato di lasciarlo sotto al cuscino per il topino, uno poi lo ha regalato alla bis nonnina perché lei era senza denti mentre a lui ne aveva già sei.

E voi ricordate a chi hanno regalato il loro adorato ciuccio i vostri bambini?

#2 la lista di Natale

Ecco il secondo libro da mettere nella lista di Babbo Natale

#2- Margherita a piedi nudi
di Emanuela Nava illustrato da Desideria Guicciardini (Lo stampatello)

Albo illustrato per tutte le ragazzine dai 6 anni. Margherita non è ben vista dai vicini che, come tutti i vicini, s’impicciano e scrutano le finestre altrui.
Ma la prima impressione è tutta sbagliata: Margherita recita, canta e sogna. La sua creatività la porterà lontano. Supportata da una mamma che la capisce e la sostiene nelle sue scelte.
Margherita

I pirati della porta accanto

i pirati della porta accanto
A quale bambino non piacciono i pirati? Questo libro li racconta in una nuova veste, quella di una famiglia di allegri colonizzatori di una cittadina, Noia Marittima, accolti con sospetto ma nel finale si riscatteranno!

Un elogio della differenza raccontato dagli occhi di Matilda, che non conosce il pregiudizio. (Dedicato anche a chi ricorda Johnny Depp in Chocolat… ).

I pirati della porta accanto di Johnny Duddle (Il Castello – Ide e Ali). Dai 6 anni

Gnammete…

Ti mangio

Il libro del quale vi parliamo è particolarmente indicato per bambine e bambini coraggiosi e molto avventurosi che hanno la (s)fortuna di avere sorelle o fratelli maggiori davvero in gamba (pure troppo!)
Ti mangio (John Fardell, il Castoro, 2013) è una storia divertente di collaborazione tra fratelli (sì, avete capito bene, i fratelli collaborano!)
Dunque, Leo e sua sorella Sara si incamminano nel bosco in bici e monopattino quando, sfortunatamente…
Venite a scoprire tutti i mostri dai buffi nomi che stanno per incontrare.
Lettura consigliata dai 4 anni.